≡ Menu

Prevenzione di ferite da taglio o da punta in sala operatoria ed ambulatorio

I numeri del problema

Si stima che, ogni anno, nell’Unione Europea, si verifichino oltre  1.000.000 lesioni da punture di ago.

Esse rappresentano infatti uno dei rischi più gravi e più comuni per i lavoratori sanitari europei e comportano un costo elevato per i  sistemi sanitari e per la società in genere.

Inoltre, l’impatto emotivo di ferite da punta può essere serio e duraturo, anche se non viene trasmessa un’infezione grave. I lavoratori sanitari e le loro famiglie possono attraversare mesi di angoscia nell’attesa di scoprire se hanno contratto o meno un’infezione potenzialmente fatale.

La situazione normativa

Il 17 luglio 2009, i partner sociali europei del settore ospedaliero e sanitario, HOSPEEM (European Hospital and Healthcare Employers’ Association) ed EPSU (European Public Services Union), hanno siglato un accordo quadro a livello europeo (l’Accordo) sulla prevenzione di ferite da taglio o da punta, che è stato incorporato nella proposta di direttiva del Consiglio (la Direttiva) – COM (2009) 577 definitivo (26 ottobre 2009)

La Direttiva fissa i requisiti minimi e gli Stati Membri hanno la facoltà di adottare disposizioni addizionali per tutelare i propri lavoratori. L’Accordo e la Direttiva creano un quadro per l’attuazione di misure preventive pratiche e adeguate in previsione della pubblicazione della legislazione nazionale richiesta.

I destinatari della nuova normativa

Creare un ambiente di lavoro più sicuro possibile mediante la prevenzione di lesioni per i lavoratori causate da oggetti medici taglienti/appuntiti, tra cui gli aghi, e la tutela dei lavoratori a rischio. Offre un approccio integrato, definendo politiche per la valutazione e prevenzione dei rischi, la formazione e l’informazione, la sensibilizzazione e il monitoraggio, e procedure di risposta e follow-up.

La Direttiva è applicabile a qualsiasi soggetto alle dipendenze di un datore di lavoro, inclusi tirocinanti e apprendisti (a tempo pieno/parziale o con contratto provvisorio), del settore sanitario, inclusi servizi e attività associati.

Le indicazioni operative importanti:

  • Eliminazione – eliminare l’uso superfluo di oggetti taglienti/appuntiti modificando le pratiche utilizzate e sulla base dei risultati della valutazione dei rischi;
  • Metodi sicuri – specificare e attuare metodi sicuri per l’uso e lo smaltimento di strumenti medici appuntiti e rifiuti contaminati.
    La pratica del recapping va messa al bando con effetto immediato
  • Controlli tecnici – usare dispositivi medici dotati di meccanismi di sicurezza (es. bisturi di sicurezza, siringhe di sicurezza, ecc.)
  • EPP – utilizzare equipaggiamento di protezione personale (guanti, mascherine, camici…, c.d. DPI)

Le soluzioni disponibili sul mercato

Sistema raccolta sterile aghi e lame

La protezione da tagli e punture accidentali in ambienti sanitari come la sala operatoria e gli ambulatori è facilmente attuabile in quanto l’offerta di presidi atti a prevenire questa situazioni risponde alle esigenze degli operatori sanitari coinvolti.

In sala operatoria è opportuno utilizzare sistemi per la conta e lo smaltimento sicuro di lame e bisturi costituiti da scatole in materiale plastico rigido non perforabile.

Questi contenitori possono essere dotati di interni in materiale magnetico oppure “foam” per garantire la trattenuta in sede di taglienti metallici oppure appuntiti.

 

Le caratteristiche dei sistemi di raccolta e smaltimento sicuro di bisturi, aghi da sutura, lame

Ecco un elenco indicativo delle caratteristiche che i sistemi di conta e smaltimento di aghi e lame in sala operatoria dovrebbero offrire:

  • Disponibilità di sistema rimozione delle lame dai manici per bisturi
  • Possibilità di uso come superficie di appoggio e scambio dei taglienti
  • Sistema di chiusura di sicurezza contro aperture accidentali
  • Possibilità di secondo apertura per conteggio
  • Bordi con sovrapposizione per massimo contenimento interno
  • Disponibilità di diverse misure
  • Colore facilmente identificabile sul campo
  • Eventuale simbologia di rischio biologico

 

La tua struttura sta cercando contenitori per la conta e lo smaltimento sicuro di aghi e lame?Contattaci, saremo lieti di aiutarti!

 

 

Riferimenti bibliografici sulla prevenzione dei ferimenti da punture e tagli in ambiente sanitario

  • Advances in Exposure Prevention; vol. 3, no. 4; Libourne study GERES day 09/2001
  • D. Adams*, T.S.J. Elliott, ‘Impact of safety needle devices on occupationally acquired needlestick injuries: a four-year prospective study’ Journal of Hospital Infection (2006) 64, 50e55
  • Four-year surveillance from the Northern France network, Am J Infect Control. 2003 Oct;31(6):357-63. Tarantola A, Golliot F, Astagneau P, Fleury L, Brucker G, Bouvet E; CCLIN ParisNord Blood and Body Fluids (BBF) Exposure Surveillance Taskforce.
  • Cullen BL, Genasi F, Symington I, Bagg J, McCreaddie M, Taylor A, Henry M, Hutchinson SJ, Goldberg D,Potential for reported needlestick injury prevention among healthcare workers in NHS Scotland through safety device
    usage and improvement of guideline adherence: an expert panel assessment’ (2006), Journal of Hospital Infection, 63: 445-451.’
  • Meryl H. Mendelson, Bao Ying Lin-Chen, Lori Finkelstein-Blond, Eileen Bailey, Gene Kogan. Evaluation of a Safety IV Catheter (IVC) (Becton Dickinson, INSYTE™ AUTOGUARD™) : Final Report ELEVENTH ANNUAL SCIENTIFIC MEETING Society for Healthcare Epidemiology of America, 2001 SHEA, Toronto, Canada.
  • Louis N, Vela G, Groupe Projet. Évaluation de l’efficacité d’une mesure de prévention des accidents d’exposition au sang au cours du prèlévement de sang veineux. Bulletin Épidémiologique Hebdomadaire 2002 ;51 : 260-261. 2
    D. Adams*, T.S.J. Elliott, ‘Impact of safety needle devices on occupationally acquired needlestick injuries: a fouryear prospective study’ Journal of Hospital Infection (2006) 64, 50e55
  • A. Wittmann, F. Hofmann, B. Neukirch, Ch. Thürmer, N. Kralj, S. Schroebler, K. Gasthaus; ‘Blood-borne viral infections: causes, risks and prevention strategies’, Bergische Universität Wuppertal , Maggio 2005
  • US General Accounting Office, Impact assessment regarding Needlestick Safety and Prevention Act; 17 nov 2000
  • Evaluation of the Efficacy of a Measure to Prevent Accidental Needlestick Injuries by Using Safety Needles for Venous Blood.Louis Nicole (1), Vela Gilles (2) and the Project Group Cellule d’Hygiène [Hygiene Unit], Centre Hospitalier 06401 – Cannes cedex Département d’Ergonomie [Department of Ergonomics], Centre Hospitalier Cannes
  • 2004 Center for Disease Control Sharps Safety Workbook, USA – Cost of Needlestick Injuries

 

 

 

{ 0 comments… add one }

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito usa i cookie per agevolarti nella navigazione, se sei d'accordo clicca su OK, puoi leggere l'informativa qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi